Pianificazione

Indicatore 1. Presenza di corsi o esami sulla Logistica

Attori coinvolti: Istituti di istruzione superiore

Argomento: Offerta formativa

Rischio: Assenza di offerta formativa specifica sulla Logistica

Metodi: 

Se non ci sono corsi disponibili

Sviluppo di corsi specifici o di differenti livelli (Laurea, Master, corsi professionali) incentrati sulla logistica, basati sulle esigenze e sulle potenzialità della persona.

Se ci sono solo alcuni corsi disponibili

Sviluppo di corsi specifici o esami del livello mancante

Se ci sono corsi disponibili a tutti i livelli

Analisi dei contenuti e dei metodi educative utilizzati
Strumenti e possibili azioni da implementare:

Se non ci sono corsi disponibili

Analisi delle esigenze specifiche del territorio in termini di corsi / esami di logistica e analisi delle potenzialità di creazione di corsi / esami Proposta di corsi incentrati sulla logistica durante gli incontri ufficiali per la pianificazione periodica del corso (di solito annuale o biennale). Proposta di attori chiave locali / nazionali sulla logistica (ad esempio, autorità portuali / aeroportuali) o associazioni commerciali di cofinanziamento di corsi sulla logistica. Creazione di un “Comitato strategico” composto dalle figure sopra citate, con poteri consultivi.

Se ci sono solo alcuni corsi disponibili

Proposta di corsi incentrati sulla logistica durante gli incontri ufficiali per la pianificazione periodica del corso (annuale …)

Se ci sono corsi disponibili a tutti i livelli

Vedi Collaborazione nella Progettazione dei Corsi
 Linee guida di riferimento:

Se non ci sono corsi disponibili / Se sono disponibili solo ad alcuni livelli

A1. “Avvio del processo: avviare l’analisi SWOT e identificare le strutture organizzative di base”

Se ci sono corsi disponibili a tutti i livelli

A2. “Selezione di discipline educative, contenuti e metodi”
Indicatore 2. Presenza di personale dedicato alla collaborazione su attività didattiche incentrate su argomenti di logistica

Attori coinvolti: Istituti di istruzione superiore, Enti di Ricerca, Aziende

Argomento: Struttura

Rischio: Mancanza di strutture dedicate

Metodi: 

Se non ci sono strutture

Identificazione di un referente nell’ufficio amministrativo più idoneo che sarà incaricato di curare collaborazioni attive con partner esterni su attività didattiche riguardo argomenti di logistica

Se ci sono strutture

Analisi del personale esistente e delle loro funzioni
Strumenti e possibili azioni da implementare:

Se non ci sono strutture

Analisi dell’organigramma del personale e selezione di un’unità e di una posizione a cui è possibile assegnare il ruolo / responsabilità delle attività didattiche nel campo logistico. La diplomazia e le competenze organizzative saranno considerate requisiti fondamentali.

Se ci sono strutture

Analisi del profilo più efficiente in termini di gestione della collaborazione con partner esterni facendo ricorso a buone pratiche e autovalutazione
Linee guida di riferimento:

Se ci sono strutture

Visita Compendio delle buone pratiche – Strumento di autovalutazione FRAMELOG
Indicatore 3. Presenza di Centri di Ricerca sulla Logistica

Attori coinvolti: Istituti di istruzione superiore, Enti di Ricerca, Aziende

Argomento: Struttura

Rischio: Mancanza di strutture dedicate

Metodi: 

Se non ci sono centri di ricerca

Valutazione dell’opportunità di creare un Centro di Ricerca (1) o di attivare una collaborazione con uno esistente (2)

Se ci sono centri di ricerca

Analisi delle attività offerte / pianificate all’interno del Centro – Analisi delle strutture organizzative – Analisi delle collaborazioni attive.
Strumenti e possibili azioni da implementare:

Se non ci sono centri di ricerca

1. Inizio del processo di creazione di un Centro di ricerca: ricerca di possibili partner per supporto finanziario e scientifico con una proposta di governance e attività ispirate alle migliori pratiche 1.1. Proposta di attori chiave locali / nazionali sulla logistica (ad es. Autorità portuali / aeroportuali) o associazioni di categoria per il cofinanziamento del centro di ricerca sulla logistica 2. Attivazione di collaborazioni: Ricerca di possibili partner per l’attivazione di una prima collaborazione temporanea, con una prospettiva duratura.

Se ci sono centri di ricerca

Utilizzando le Buone Pratiche, analizzare l’allineamento del centro in termini di innovazione, efficacia e diffusione dei risultati. Valutazione della Governance: il Centro dovrebbe essere frequentato da diversi attori per raggiungere un certo grado di completezza. Valutazione delle collaborazioni attive: considerare il profilo dei Partners e di quelli presentati nelle migliori pratiche per valutare un ampliamento.
Linee guida di riferimento:

 

Se non ci sono centri di ricerca

A1. “Avvio del processo: avviare l’analisi SWOT e identificare la struttura organizzativa di base”

Se ci sono centri di ricerca

Visita Compendio delle buone pratiche
Indicatore 4. Presenza di contatti esterni per la selezione di contenuti formativi

Attori coinvolti: Istituti di istruzione superiore

Argomento: Collaborazione nella progettazione di corsi

Rischio: Contenuti / metodi non allineati con le esigenze dell’azienda

Metodi: 

Se non sono allineati

Pianificare di includere esperti del settore, istituti di ricerca e (quando assenti) docenti di diversi settori (ad esempio Ingegneria, Economia, Informatica, Diritto) nelle riunioni in cui i corsi sono progettati

Se sono allineati

Revisione dei contenuti (1), valutazione dell’allineamento dei programmi e dei requisiti del processo di accreditamento (2)
Strumenti e possibili azioni da implementare:

Se non sono allineati

Nel rispetto degli standard Nazionali richiesti, selezione dei contenuti usando: ­ Argomenti considerati essenziali dall’industria ­ Gli ultimi risultati innovativi ottenuti da istituti di ricerca ad-hoc La Buona pratica aiuterà inoltre a guidare il bilanciamento dei differenti bisogni.

Se sono allineati

Se la collaborazione è già attiva, considerare (1) la revisione dei contenuti sulla base delle migliori pratiche e (2) avviare il processo di accreditamento per il corso con l’allineamento degli elementi richiesti.
Linee guida di riferimento:

Se non sono allineati

A2. “Selezione di discipline didattiche, contenuti e metodi”

Se sono allineati

A4. “Corsi di accreditamento: il processo chiave”
Indicatore 5. Presenza di contatti esterni per definire i programmi formativi

Attori coinvolti: Istituti di istruzione superiore

Argomento: Collaborazione nella progettazione di corsi

Rischio: Contenuti / metodi non allineati con le esigenze dell’azienda

Metodi: 

Se non sono allineati

Pianificare di includere esperti del settore, istituti di ricerca e (quando assenti) docenti di diversi settori (ad esempio Ingegneria, Economia, Informatica, Diritto) nelle riunioni in cui i corsi sono progettati

Se sono allineati

Revisione dei contenuti (1), valutazione dell’allineamento dei programmi e dei requisiti del processo di accreditamento (2)
Strumenti e possibili azioni da implementare:

Se non sono allineati

Alle riunioni ufficiali dei Consigli didattici, avanzare proposte di partecipazione di esperti dell’area Logistica e di ricercatori per discutere del programma proposto all’interno di corsi / esami sulla logistica. Linee guida per i docenti per guidare la definizione dei programmi: i contenuti necessari sono principalmente gli argomenti attualmente richiesti dalle aziende, le ultime tendenze e risultati dei centri di ricerca e il LogiComp, lo “strumento di monitoraggio delle competenze” che identifica le competenze più importanti legate al campo logistico .

Se sono allineati

Se la collaborazione è già attiva, considerare (1) la revisione dei programmi sulla base delle migliori pratiche e (2) avviare il processo di accreditamento per il corso con l’allineamento degli elementi richiesti.
Linee guida di riferimento:

Se non sono allineati

A2. “Selezione di discipline didattiche, contenuti e metodi”

Se sono allineati

A4. “Corsi di accreditamento: il processo chiave”
Indicatore 6. Presenza di contatti esterni per la scelta dei docenti

Attori coinvolti: Istituti di istruzione superiore

Argomento: Collaborazione nella progettazione di corsi

Rischio: Contenuti / metodi non allineati con le esigenze dell’azienda

Metodi: 

Se non sono allineati

Pianificare di includere esperti del settore, istituti di ricerca e (quando assenti) docenti di diversi settori (ad esempio Ingegneria, Economia, Informatica, Diritto) nelle riunioni in cui i corsi sono progettati

Se sono allineati

Revisione dei contenuti (1), valutazione dell’allineamento dei programmi e dei requisiti del processo di accreditamento (2)
Strumenti e possibili azioni da implementare:

Se non sono allineati

Le lezioni dovrebbero essere miste come presentato: – professori interni e ospiti (nazionali / internazionali) – Ospiti esperti di Business (nazionali / internazionali) – Partner / Alumni (ricerche in atto / argomenti di business)

Se sono allineati

Se la collaborazione è già attiva, considerare (1) la revisione dei docenti selezionati sulla base delle migliori pratiche e (2) avviare il processo di accreditamento per il corso con l’allineamento degli elementi richiesti.
Linee guida di riferimento:

Se non sono allineati

A3. “Incorporare esperti del settore come insegnanti e / o docenti in corsi di formazione”

Se sono allineati

A4. “Corsi di accreditamento: il processo chiave”
Indicatore 7. Presenza di contatti esterni per la selezione di metodi formativi

Attori coinvolti: Istituti di istruzione superiore

Argomento: Collaborazione nella progettazione di corsi

Rischio: Contenuti / metodi non allineati con le esigenze dell’azienda

Metodi: 

Se non sono allineati

Pianificare di includere esperti del settore, istituti di ricerca e (quando assenti) docenti di diversi settori (ad esempio Ingegneria, Economia, Informatica, Diritto) nelle riunioni in cui i corsi sono progettati

Se sono allineati

Revisione dei contenuti (1), valutazione dell’allineamento dei programmi e dei requisiti del processo di accreditamento (2)
Strumenti e possibili azioni da implementare:

Se non sono allineati

I metodi più efficienti, da utilizzare, analizzati dalle buone pratiche per i metodi sono i seguenti: – Metodi didattici innovativi: casi di studio, progetti, esperienze software specifici del settore, simulazioni, giochi interattivi – Interazioni intensive tra Alumni

Se sono allineati

Se la collaborazione è già attiva, considerare (1) la revisione dei metodi sulla base delle migliori pratiche e (2) avviare il processo di accreditamento per il corso con l’allineamento degli elementi richiesti.
Linee guida di riferimento:

Se non sono allineati

A2. “Selezione di discipline didattiche, contenuti e metodi ”

Se sono allineati

A4. “Corsi di accreditamento: il processo chiave”
Indicatore 8. Presenza di contatti esterni per la governance sulla logistica

Attori coinvolti: Istituti di istruzione superiore, Centri di Ricerca, Aziende

Argomento: Collaborazione sulla Governance

Rischio: Mancanza di contatti con altri stakeholders per decisioni rilevanti riguardanti l’attività principale

Metodi: 

Se non ci sono contatti

Inserimento di esperti aziendali e Ricercatori negli organi di governo

Se ci sono contatti

Verifica della struttura adottata (vedi sopra)
Strumenti e possibili azioni da implementare:

Se non ci sono contatti

Creazione di un Comitato Strategico ad hoc con attori chiave sulla logistica per fornire consulenza riguardo opportunità di collaborazioni, corsi ed esami. Nel rispetto della struttura dell’istituzione, i poteri assegnati al Comitato potrebbero essere diversi.

Se ci sono contatti

Verifica della struttura adottata (vedi sopra)
Indicatore 9. Presenza di attività / argomenti di ricerca sulla Logistica

Attori coinvolti: Istituti di istruzione superiore, Centri di Ricerca, Aziende

Argomento: Innovazione

Rischio: Mancanza di argomenti / risultati / tendenze innovativi

Metodi: 

Se non ci sono risultati innovativi

Sviluppare attività di ricerca sulla Logistica

Se ci sono risultati innovativi

Verifica dei metodi (vedi sopra)
Strumenti e possibili azioni da implementare:

Se non ci sono risultati innovativi

Previsione dello sviluppo di progetti di ricerca sulla logistica all’interno del corso, utilizzando un compendio dei risultati e delle tendenze delle ultime ricerche in parallelo ai contenuti del corso

Se ci sono risultati innovativi

Verifica degli strumenti (vedi sopra)